MENU
88

Contratti di insegnamento

Ai sensi dell’art. 23, 2° comma, della Legge 30 dicembre 2010, n. 240, per far fronte a specifiche esigenze didattiche, anche integrative, possono essere affidati incarichi di insegnamento mediante la stipula di contratti a titolo oneroso, a soggetti che siano in possesso di adeguati requisiti scientifici e professionali.
I contratti in questione, hanno durata non inferiore a un anno accademico e non superiore a tre;  se hanno durata di un anno accademico possono essere rinnovati, previa valutazione positiva del Presidente del Corso di Studio, per non più di due volte; se hanno durata biennale possono essere rinnovati, sempre previa valutazione positiva, solo per un ulteriore anno accademico.
La durata del contratto per gli insegnamenti dei Corsi di Studio si intende estesa all’ultima sessione di esami e di tesi dell’anno accademico di svolgimento dell’incarico. Per maggiori informazioni, si consiglia di consultare il calendario didattico delle Scuole interessate dalla programmazione didattica approvata dal Dipartimento di Scienze della Salute:

Scuola di Scienze della Salute Umana

Scuola di Psicologia

Scuola di Scienze Politiche 

Scuola di Giurisprudenza

Scuola di Agraria

Scuola di Studi Umanistici e della Formazione

 

Per maggiori informazioni, si consiglia di consultare il Regolamento in materia di incarichi d’insegnamento (D.R. 15 luglio 2016, n. 568, modificato dal D.R. 6 maggio 2019, n. 512).

 

Di seguito si riportano le fasi di attivazione dei contratti:

 

Ricerca del bando per partecipare alla selezione
- Verificare nell'Albo ufficiale di Ateneo i bandi emessi dal Dipartimento di Scienze della Salute (DSS) per la selezione di collaboratori esterni. 
- Valutare il possesso dei titoli e delle qualifiche richieste dal bando per partecipare alla selezione. 
- Per partecipare alla selezione stessa, sarà sempre necessario il possesso del titolo di Laurea e del Curriculum Vitae che attesti il possesso di titoli e la maturazione di esperienze professionali attinenti alle attività previste nel bando stesso.

 

Per partecipare alla procedura di selezione
Presentare la domanda secondo il modello allegato al bando, mediante consegna a mano, tramite posta certificata all’indirizzo dss[AT]pec.unifi.it, tramite casella di posta dedicata reclutamento[AT]dss.unifi.it
Non verranno inviate conferme di ricevimento delle domande.
La data dell’eventuale colloquio è indicata in bando e, pertanto, non verranno pubblicati/inviati ulteriori avvisi.

 

Partecipare all’eventuale colloquio nel luogo e nella data indicati nel bando di selezione

 

Attesa del Decreto di approvazione degli atti
Al termine della procedura selettiva la Commissione giudicatrice predispone un verbale, con la graduatoria dei candidati risultati idonei.
Il Decreto di approvazione degli atti viene pubblicato nell'Albo ufficiale di Ateneo.
Nei giorni successivi allo svolgimento del colloquio, si può consultare l'Albo ufficiale di Ateneo e verificare l’avvenuta pubblicazione del Decreto di approvazione degli atti e l’indicazione degli idonei alla selezione.

 

Idoneità alla selezione
In tal caso gli Uffici Amministrativi del Dipartimento procederanno alla convocazione per la firma del contratto e la firma della dichiarazione ex art. 15, del D. Lgs. n. 33/2013 (c.d. dichiarazione anticorruzione), nonché per la predisposizione dei modelli fiscali e previdenziali, che permetteranno di inquadrare la figura professionale del collaboratore.

 

Occorre ricordare che:
Il rapporto di collaborazione continuata prevede i seguenti oneri:
- Oneri previdenziali INPS (1/3 a carico del collaboratore, 2/3 a carico dell’Amministrazione).
- Ritenuta IRPEF alla fonte, in relazione al compenso ed al reddito complessivo del collaboratore, nella misura prevista dalla legge.
L’incarico di collaborazione occasionale è esente dalla contribuzione INPS fino ad un massimo di € 5.000 annuali e prevede la ritenuta IRPEF alla fonte (Ritenuta d'acconto pari al 20% dell'importo lordo liquidato);
Il rapporto professionale prevede l’emissione di fattura elettronica con indicazione dei seguenti oneri a carico dell’Amministrazione: IVA al 22% e somma destinata alla cassa previdenziale di competenza nella misura prevista dalla legge.

 

Occorre, inoltre, ricordare che:
L’incarico verrà pubblicato sulla pagina dedicata del sito istituzionale dell'Università degli Studi di Firenze, unitamente al curriculum vitae e alla dichiarazione anticorruzione sottoscritti del soggetto dichiarato idoneo alla selezione.
Il rapporto di lavoro verrà comunicato al Centro per l’Impiego (nei casi in cui questo è richiesto dalla legge).

 

Svolgimento dell'incarico di Insegnamento
L’incarico viene svolto nella forma del lavoro autonomo scegliendo i modi e i tempi di realizzazione, in accordo e in collaborazione con il Presidente del Corso di Studi.
Il collaboratore è tenuto a presentare il registro delle lezioni (COMPILATO IN OGNI SUA PARTE E FIRMATO DAL PRESIDENTE DELLA SCUOLA* E DAL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO) la relazione sull'attività svolta, controfirmata dal Presidente di Corso di Studio, ed eventuali dichiarazioni fiscali aggiornate.

* N.B. Le firme dei Presidenti delle Scuole di Psicologia, Scienze Politiche, Giurisprudenza, Agraria, Studi Umanistici e della Formazione, devono essere richieste direttamente dal collaboratore titolare dell'incarico di insegnamento, agli uffici competenti, prima della consegna dei registri agli uffici amministrativi del Dipartimento di Scienze della Salute. 

 

Pagamento della prestazione
Il pagamento della prestazione avviene dopo che il collaboratore adempie agli obblighi previsti in capo ad esso.

 

Ultimo aggiornamento

31.08.2021

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni